FULVIO BORTOLOZZO  / NEWS


Living in Lift comunicato stampa SCARICA COMUNICATO STAMPA

INVITO
Fulvio Bortolozzo, Myself in a Schindler's Elevator with Closed Eyes and Open Mind.


LIVING IN LIFT – Schindler per l'arte
A cura di Walter Vallini e Antonello D'Egidio

Espongono:
Francesca Arri, Ennio Bertrand, Fulvio Bortolozzo, Mauro Faletti, Fannidada, Francesca Ferreri, Ornella Francou, Tea Giobbio, Fukushi Ito, Davide Lovatti, Monica Mazzoleni, Elisa Pavan, Alessandra Pedonesi, Elettra Ranno, Jinny Ropolo, Massimo Spada, Vanessa Wozcniaki, Max Zarri, Roberto Zizzo.

16 giugno – 29 luglio 2011

Fusion Art Gallery
Piazza Peyron 9/G, Torino

Inaugurazione giovedì 16 giugno 2011, ore 19:00

Orari:
Martedì - venerdì  ore 16:30 – 19:30

Ingresso gratuito

Informazioni:
Walter Vallini (+39) 347 87 50 263

Dopo la presenza al Fuorisalone di Milano con l'installazione Sveglia Kundalini dell’artista
torinese Cinzia Ceccarelli, Schindler Italia – azienda leader nel settore degli ascensori e
scale mobili – arriva a Torino, città all’avanguardia per l’arte contemporanea, con la mostra
Living in Lift, parte del più ampio progetto Schindler per l’Arte.

Un comitato scientifico composto da esperti d’arte contemporanea e di comunicazione ha selezionato venti artisti, che hanno presentato le proprie opere create ad hoc per l'evento. Agli artisti è stato chiesto di proporre un’interpretazione personale dell’ascensore attraverso fotografie, video-arte e arte oggettuale, con uno sguardo inedito su questi "luoghi non-luoghi", spesso percepiti come spazi anonimi e freddi e che, invece, nascondono sorprendenti potenzialità espressive.

Le opere che costituiscono la mostra stravolgono la consueta immagine dell’ascensore come luogo privo di significato e di vita. Attraverso lo sguardo degli artisti, questo spazio acquisisce una diversa forma e diventa "specchio" dell'anima di chi ci passa qualche momento della propria vita, con le proprie associazioni d’idee, i propri pensieri e sogni.

In quasi tutte le opere lo spazio dell’ascensore è occupato da figure umane, concrete o evanescenti: una donna inginocchiata, raccolta in preghiera, volti e silhouette di uomini e donne che si riflettono nel metallo lucido della cornice o del vano di un ascensore, oppure momenti brevissimi catturati dalla lente del fotografo in cui si vedono persone o angeli entrare o uscire da una cabina. Il gioco della luce e i tagli particolari delle immagini contribuiscono all’evocazione dell’ascensore come uno spazio misterioso, via d'accesso a mondi diversi, anche se sempre strettamente legati alla vita umana.

Living in Lift è una mostra itinerante e un work in progress, che prevede una serie di tappe lungo tutto il territorio nazionale. Dopo il debutto alla galleria torinese l’esposizione arriverà anche a Milano nell’autunno 2011.




INIZIO PAGINA












© COPYRIGHT FULVIO BORTOLOZZO

Le fotografie ed i testi contenuti in questo sito,
salvo diversa indicazione, sono mia proprietà esclusiva.
Ogni riproduzione, anche parziale, è soggetta ad autorizzazione scritta.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.


The photographs and text in this website are my exclusive property.
Any reproduction, partial or otherwise, for any reason, is subject to written approval.
Abusers and violators of copyright will be prosecuted according to law.


Les photographies et les textes contenus dans ce site,
sauf différente indication, sont ma propriété exclusive.
Chaque reproduction, même partielle, est sujette à autorisation écrite.
Les abus seront poursuivis aux termes de la loi.